Serie A2, Andrea Turchetto nuovo coach della Leonis Roma

ROMA – Cambio della guardia sulla panchina della Leonis Eurobasket Roma che, dopo aver esonerato la scorsa settimana coach Davide Bonora e aver rimediato ieri la terza sconfitta in questo difficile avvio di stagione, ha deciso di affidare la panchina ad Andrea Turchetto. Il trentaduenne di origini venete vanta importanti trascorsi nella Nazionale Under 15 e nel settore giovanile della Victoria Libertas Pesaro ed è reduce da un’esperienza in Cina dove ha guidato i Guanghzou Lions dopo l’addio di Andrea Mazzon. 

OCCASIONE – «Ringrazio intanto la famiglia Buonamici per l’opportunità – ha dichiarato il nuovo coach della Leonis – un’occasione da cogliere al volo per un allenatore giovane, pur consapevole della delicatezza del momento che la squadra sta attraversando. Avrò giusto il tempo di fare le valige, poi, una volta a Roma, per prima cosa mi confronterò con lo staff tecnico e medico, per farmi presentare al meglio la situazione della squadra da parte di chi ci ha lavorato quotidianamente da Agosto. Ho allenato in passato solo David Brkic, ma la maggior parte degli atleti è di fama conclamata e conosco direttamente anche i giocatori teoricamente con meno esperienza a questi livelli – Fanti, Cecchetti e Casale – per averli affrontati svariate volte nel settore giovanile. Vedendo tutte e quattro le partite che la squadra ha giocato finora, mi sono fatto un’idea che ho già messo su carta, in attesa di concretizzarla sul  campo.  Credo che l’entusiasmo debba essere un requisito quasi scontato per chi ha la fortuna di realizzare un sogno lavorando in questo ambito, cercando di farlo nel miglior modo possibile. E’ un cambiamento che, pur portando inevitabilmente delle modifiche fisiologiche tra me e la squadra che dobbiamo assimilare reciprocamente, è particolare, perché avviene molto presto e non corre il rischio che i giocatori, tutti seri professionisti, possano aver un atteggiamento dimesso e con poca voglia dopo così poco tempo. Sicuramente lotteremo per cercare il miglior risultato possibile in classifica, che adesso significa cercare un piazzamento playoff, come da ambizioni per cui la squadra è stata costruita, per poi giocarci le nostre carte fino in fondo»

Lascia il tuo voto

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *